martedì 8 luglio 2008

Il mio primo Danubio

Ho finalmente il tempo per scrivere un post, so che state tutti col fiato sospeso per l'avvincente storia dei piccoli di Lavinia e quindi, prima della ricetta, ecco le ultime novità. Ode all'operai Artur (dalla Polonia con furore) perchè ha preso a cuore la nostra causa e ieri mattina ha afferrato un altro micetto e me lo ha prontamente consegnato...SIAMO A QUOTA TRE!
Il piccolino è un po' spaventato, ma si lascia toccare e gioca coi fratelli quando non lo vedo (crede lui....). Ora ne manca solo uno....Che teneri....crescono crescono e gradiscono il merluzzo fresco...lupetti!!!

Ora la ricetta che mi ha dato tanta soddisfazione!!!
Da sempre adoro il pane e tutti i suoi derivati, inoltre adoro preparare le cose che lievitano...quindi quando ho visto qui la ricettina del Danubio me ne sono follemente innamorata...Non l'avevo mai visto, ma davvero è una ricetta napoletana??? Io credevo fosse viennese...o almeno austriaca, o ungherese....
Beh, comunque ho covato la ricetta per un po' in attesa dell'occasione più giusta per proporla ai miei meravigliati amici, e finalmente, il 29 giugno è arrivato il compleanno della mia amica Cinzia!
Ecco cosa ho portato alla festa in giardino (anche quello rigorosamente infestato da gatti di tutte le età...)



Ingredienti per l'impasto:
  • 250 gr farina 00
  • 250 gr farina manitoba
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • 100 gr acqua tiepida
  • 150 gr latte
  • 60 gr burro
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di zucchero

Ingredienti per l'interno (nel mio caso, ma voi date sfogo alla fantasia):

  • sottilette light
  • mortadella
  • olive nere

Procedimento:

In una ciotola mischiare le 2 farine. In una ciotolina mischiare acqua e latte e poi scioglierci il lievito, aggiungere lo zucchero, infine versare il tutto nella ciotola con le farine e amalgamare.

Unire il burro sciolto e il sale. Lavorare il composto con le mani fin quando è sodo, lisci e non appicciocoso. Rimettere la pasta nella ciotola, coprire con un canovaccio umido e far lievitare un'ora. Che libidine...

Intanto fate un riposino, poi preparate la teglia da forno foderandola con la carta da forno.

Passata l'ora di lievitazione prendere l'impasto che è diventato bello morbido, formare un rotolo e dividere in tanti dischi, me ne sono venuti 15.

Schiacciare ogni disco e al centro posizionare quel che vi pare, io ho usato sottilette light, mortadella e olive nere, combinandole a piacere. IChiudere il disco formando una pallina (vi consiglio di sagomarla con le mani come si fa con le polpette) e deponetela nella teglia riponendo sul fondo la parte sigillata.

Pallina dopo pallina viene fuori un bel fiorellino (almeno io ci vedo questo, e voi?).

Lasciate lievitare un'altra oretta.

Su consiglio di mamma ho decorato con pezzetti di olive e mini ciufetti di mortadella gli spazi tra le palline.

Cuocere in forno a 200à per 25/35 minuti (al solito...dipende dal forno).

FACILE FACILE, BUONO BUONISSIMO!!!!!

La prossima volta però abbonderò di più nel ripieno....

13 commenti:

michela ha detto...

URRAAA!!!!!!!!
Mi pare ti sia venuto benissimo!

Pippi ha detto...

che brava sei stata!!! sai che anche a me piacciono le cose che lievitano??? però in genere non ho degli ottimi risultati....non so perchè.....ma anche a me questa ricetta mi stuzzica è un peezzo che ci medito sopra ma non ho il coraggio.......ho paura di avere l'ennesima delusione.........;-) bravissima Ciao Pippi

Lo ha detto...

complimenti è davvero bello...anche a me fa strano che sia di napoli con quel nome lì! un bacino ai mici

Polinnia ha detto...

@michela: si è buonissimo!

@pippi: devi provarla allora...per me era la prima volta ed è andata benissimo, quindi buttati e fammi sapere!

@lo: grazie e baci dai mici!

MissK ha detto...

Quanto mi piace il danubio..infatti obbligo mia sorella che lo fa benissimo a farmelo sempre...

LAle ha detto...

Che bello che ti è venuto!!! Io l'ho fatto ma con la riceta che usiamo in casa per fare il pane e va detto che la forma è troppo bellina, solo a vederlo ti viene voglia di mangiarlo!!! smack smack

Polinnia ha detto...

@missk: un peccato di gola che non da sensi di colpa!!!

@lale. è vero..è pure bello sto danubio!

Simo ha detto...

Che buono il danubio....lo adoro!
E che bello il tuo blog, molto "gattoso".........
ciao, e a presto!

sweetcook ha detto...

Questi gattini sono proprio dei buongustai:-) Bene adesso ne manca solo uno all'appello.

Io lo attirerei con una pallina di danubio, male che vada anzichè mangiarla ci giocherà:-)

Che voglia mi hai fatto venire...

Polinnia ha detto...

@simo: grazie!!!

@sweet: hai visto che buongustai?
Ora ho preso anche il QUARTO gatto!!!!!

Kaishe ha detto...

Pollinnia... sei troppo brava...
I nostri 4 arrivano scortati da mamma e papà... mangiano e scappano...
L'unico tntativo (più per vedere come reagivano) lo abbiamo fatto quando il cane dei vicini non c'era.
Questo perchè invariabilmente scappano proprio verso quel giardino... e il cane pare aspettarli già con la saliva alla bocca...
Temo che prenderli sarà difficile.
Ma intanto ce ne occupiamo...
Mandi frute!

Polinnia ha detto...

@kaishe: l'importante è che li nutrite...poi se il loro destino è di vivere liberi non possiamo farci nulla...
Però non dispero..forse prima poi qualcuno di loro si fiderà!

Geillis ha detto...

adoro i lievitati, avevo già visto questo Danubio in altri blog e stavo aspettando l'occasione giusta per sperimentarlo...