lunedì 4 gennaio 2010

Tronchetto di Natale....versione CAPODANNO !!!


A dire la verità io non amo il pan di spagna, nè la crema burrosa, nè, nel periodo natalizio, ho mai scelto il tronchetto di Natale tra i molti dolci che fanno bella mostra nelle vetre dell pasticcerie.
Ma spessissimo mi ritrovo a fare cose che non avrei mai pensato di voler/poter fare e questa volta è toccato proprio a lui: il TRONCHETTO DI NATALE, nominatissimo in ogni film di Natale che si rispetti, fotofagratissmo nei blog e nei libri di ricette, da me medesima, dal Gatto Gobbo e da tutta la banda del Villino, sempre ignorato, direi quasi snobbato, MAI mangiato.
Inutile porsi delle domande, i meccanismi reconditi di questo processo mentale non li capisco mai: perchè quando sfoglio un lbro di ricette scelgo sempre quella che non ho mai assaggiato, che non conosco, che non ho mai visto e talvolta nemmeno sentito nominare?

Stavolta galeotto fu il libro che Alessandro mi ha regalato per Natale, di Jacqueline Bellefontaine "Cioccolato" (ed. Gribaudo): il libro di ricette al cioccolato migliore che ho mai avuto...grazie ALE !!!!!!!
Ora vi scrivo tutti i passaggi....io l'ho realizzato per la sera di Capodanno, l'ho portato a casa di Annalisa alla festa con la quale, come ogni anno, diamo il benvenuto all'anno nuovo e a tutte le belle novità che ci porterà...
Il dolce era certamente beneaugurale: l'ho guarnito con tante monetine d'oro (che non guastano ;-) ) ed ha avuto moltissimo successo.
Tuttavia l'estetica la devo migiorare...e so che non mancherà occasione, se tanto mi dà tanto me lo riordineranno presto quelli che lo hanno mangiato e i grandi esclusi me lo chiederanno per la ben nota proprietà transitiva delle richieste...

E' facile da realizzare, forse solo un poco laborioso per i due tipi di crema diversi che ho usato, ma ne vale la pena !!!!

Ingredienti per il pan di spagna al cioccolato:(queste dosi sono per un tronchetto, teglia di cm 23x30. Io li ho moltiplicati per 2 e ho fatto 2 teglie: 1 grande di circa 35X40, l'altra piccina di circa 15x20 cm)
- 4 uova
- 100 gr zucchero semolato
- 75 gr farina
- un pizzico di lievito
- 2 cucchiai di cacao in polvere

Ingredienti per la crema pasticcera al cioccolato
(per farcire l'interno del rotolo)
- 3 turoli
- 120 gr zucchero
- 60 gr farina
- mezzo litro di latte
- scorza di limone
- 2 cucchiai di cacao in polvere

Ingredienti per la glassa
(esterno del rotolo)
- 150 gr di cioccolato fondente
- 2 tuorli
- 150 gr latte

- 125 gr burro (io 80 gr !!!! non ce la potevo fare.....)
- 50 gr di zucchero a velo

Pan di spagna

Nel robot ho messo uova e zucchero e ho fatto girare le fruste per 10 minuti.
Poi ho incorporato farina, lievito e cacao.
Foderate le teglie con carta da forno, ho infornato a 200° per 15 minuti.
Poi appena sfornato il pan di spagna si deve rivoltare sopra un altro foglio di carta forno leggermente spolverato di zucchero a velo, si toglie la carta da forno che era sottostante nella teglia, e subito si arrotola, poi si mette a raffreddare su una gratella.
Notate nella foto sopra che il piccolino l'ho arrotolato dopo un po' e infatti si è quasi spezzato, mentre il grande, arrotolato ancora caldissimo, è venuto bello rotondo!

Crema pasticcera

Ora si fa la crema pasticcera, mettendo il latte a riscaldare e in un altro pentolino da fuoco si sbattono uova e zucchero, poi si aggiunge la farina setacciata e si porta sul fuoco, si aggiunge il latte caldo a poco a poco, la buccia tagliata del limone (che poi verrà rimossa) e si porta a bollore. Appena bolle si spegne il fuoco e si lascia raffreddare. Quando è freddo si aggiungono i 2 cucchiai di cacao amaro e si gira bene: ecco la crema al cacao!

Glassa
Scogliere a bagno maria il cioccolato, poi incorporare i tuorli e aggiungere il latte, cuocere sul fuoco un po' finchè la crema velerà il dorso di un cucchiaio di legno. Lasciare intiepidire e intanto sbattere il burro con lo zucchero a velo e poi unirlo alla crema al cioccolato.

Nota: Credo che io lo ho tolto dal fuoco troppo presto: infatti non si è rappreso bene e non sono riuscita a creare l'effetto corteccia...la prossima volta non sbaglierò ;-)

A questo punto arriva il bello...
Ho srotolato i pan di spagna, ho rifilato i bordi (non li ho mangiati....ehm bugia: un pezzettino l'ho dovuto assaggiare...)

Poi ho spalmato un po' della glassa sulla base

sopra ci ho messo la crema pasticcera, bella abbondante....
e infine ho arroolato e cosparso la superfice con la glassa al cioccolato fondente

Il tocco finale l'ho dato con palline di zucchero colorato, monetine di cioccolato, scorsette d'arancia e spicchi di mandarini home in villino che ho carammellato lì per lì ;-)

11 commenti:

Lo ha detto...

uhhhhhhhhhhhhhhh direi che è un super tronchetto molto goloso...io ancora non ho osato a farlo!

marifra79 ha detto...

BUON ANNO!!!!Di regola anche a me non piace troppo il pan di spagna e le torta che di solito si fanno utilizzandolo...ma il tuo tronchetto è fantastico!UN ABBRACCIO

Tania ha detto...

Il libro è stato sicuramente un bel regalo e poi è finito in buone mani! La ricetta è golosa e la tua realizzazione è perfetta!

manuela e silvia ha detto...

Ciao! Neopure a noi piacciono i dolci troppo pasticciati, ma il tronchetto rientra proprio tra quelli tipici di questo periodo.
Sembra ti sia risucito davvero bene e speriamo sia anche di buon auspicio!
un bacione

AmosGitai ha detto...

Nell'augurarti buon anno (in ritardo) invito te e i tuoi lettori a votare i migliori film ed interpreti del 2009.

VOTA I MIGLIORI FILM ED INTERPRETI DEL 2009!

Dolcetto ha detto...

Una vera golosità e per di più è proprio bello da vedere! Complimenti!

Fico e Uva ha detto...

Ha un aspetto veramente benaugurale.... ma sai che adesso che mi ci fai pensare mi accorgo che forse un tronchetto natalizio non l'ho mai mangiato????

Patapata ha detto...

WOWWWW altissima pasticceria questo dolce ipercioccolatoso!! comunque hai ragione, anche io sono convinta dei benefici della dieta vegana ma neanche io sono pronta, non so se lo sarò mai.. bisogna essere consapevoli di ciò che comporta (marginalità sicuramente, amenoché uno viva già in una comunità vegana).

purtroppo la mia miciona è malata, si teme un tumore :( domani si saprà, sono molto preoccupata..

ciao ciao!

Pippi ha detto...

Bhè ... a me pare un tronchetto di tutto rispetto!!! :-)
un abbraccio
Pippi

Alessio ha detto...

Ciao, complimenti per il blog, è ricco di ricette invitanti...E poi figurati, quando ho visto il gatto visto che è il mio animale preferito mi è subito piaciuto! Ho preso spunto da una tua ricetta e ho provato a fare l'orzotto ai piselli, era buonissimo! Passa pure a trovarmi nel mio blog se ti fa piacere! Ciao da Alessio

Lauradv ha detto...

Che tripudio di golosità! Lauradv