domenica 29 dicembre 2013

La felicità, il Natale e i pensieri positivi che ci salvano la vita...

Natale
Questo periodo dell'anno è davvero magico, i giorni tra Natale e Capodanno sono una pausa del tempo, quando tutto sembra fermarsi, non trovate anche voi?
La cena della Vigilia e il pranzo di Natale in casa nostra sono andati benissimo: quest'anno avevamo anche fatto i cappelletti a mano e sono stati un successo (per fotruna ne abbiamo fatti in quantità industriale a ne abbiamo ancora una bella scorta nel frezeer!).
Oggi mi posso dedicare finalmente al mio blog, a sistemare le mille foto fatte e a pensare un poco prima di decorare ancora la casa per la prossima festa: il pranzo di Capodanno.

La tavola di Natale
 Questo piccolo post è per augurarvi BUONE FESTE, con tutto il cuore e con tutto il mio affetto, e per condividere un pensiero riguardo la "felicità". 
Questo argomento mi frullava in testa da un po' e mi ha spinto a rileggere un post che ho scritto tanto tempo fa. Molte cose sono cambiate e a volte è stato difficile rimanere "centrata", ma ora più che mai sento il bisogno di ritrovare in me questo stato di grazia che corrisponde a una necessità primaria e che per tanto tempo mi ha accompagnato naturalmente.
Un ulteriore segnale poi mi è arrivato proprio ieri, quando con mia grande sorpresa, ho ritrovato lo stesso concetto espresso nel post di Lullaby, una coincidenza che mi ha fatto molto riflettere e per la quale sento di voler ringraziare questa mia nuova amica.

Per questo nuovo anno l'augurio che faccio alle persone care e a me stessa è di aver cura sempre della nostra meritata, guadagnata, necessaria felicità
Nonostante la vita a volte ci deluda e ci faccia soffrire, nonostante tutto, sempre e comunque... 

"Non esiste alcun oggetto di per sè sufficiente a renderci felici, la Felicità è risultato ed è perciò il frutto di un esercizio: non sta nelle cose, ma nel modo di rapportarsi a esse. Questo significa che non la si attinge per caso. Ci sono tante persone che raggiunto un qualche oggetto del loro desiderio rimangono deluse; al contrario vi sono uomini che non cercano la felicità in questo o quest'altro, ma nella valorizzazione della vita in tutti i suoi aspetti. Per possedere la Felictà bisogna lavoare molto su di sè. Solo se operiamo gratuitamente, al di là dell'utile immediato, riusciamo a scoprire qualità nascoste, liberiamo potenzialità latenti che non avremmo mai conosciuto. Per rendere di casa la felicità non bisogna puntare soltanto all'utile esteriore. La felicità, al contrario, si ottiene non perchè si punta a qualcosa, ma perchè, liberando in noi le nostre capacità, ci trasformiamo involontariamente quasi in un campo magnetico che fa capitare le occasioni, fa accadere gli eventi. Ciò mostra che la felicità - intesa come Bene Stabile - nsce dalla virtù, che sola è capace di suscitare il nuovo, di far accadere l'inatteso, i momenti. Molte volte a noi le cose non accadono perchè siamo chiusi nei confronti del mondo, siamo ciechi. Ci sono persone, cose o uomini che noi non guaridamo. Riteniamo che la felicità sia in questa o quella cosa e non guardiamo ciò che ci passa accanto. E se ne va. E' necessario avere attenzione e apertura rispetto al mondo: non basta una competenza solo settoriale, ma una competenza a esistere e, soprattutto, ad accogliere." (Salvatore Natoli)

My love & me
 Buone feste!!!

Pelè, un ospite per le feste

5 commenti:

Sara.RêveBlanc ha detto...

Mi piace come saluti questo anno e accogli il nuovo…. Il sorriso è l'ingrediente più importante
felice di averti conosciuta
Buon di tutto per questo nuovo 2014
A presto
Sara

Sara.RêveBlanc ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sara.RêveBlanc ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Sara.RêveBlanc ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Raffaella ha detto...

Ciao... grazie di essere passata da me e felice di conoscerti... complimenti a te per il blog e la tua bellissima guest house! Ti seguo... Buon Anno!